By: Avv. Roberto Sposato
12/10/2018
0

5/5  Voti: 1

Il Parlamento Italiano, con 162 voti favorevoli e 125 contrari, ha approvato la Legge di Stabilità 2016, con importanti, e non scontate, novità in tema di autotrasporto; in particolare, si tratta di incisivi innesti nella materia de qua originanti dal compromesso raggiunto tra il Governo e le Associazioni di categoria negli ultimi mesi del 2015.
Gli interventi, concernenti diversi settori del trasporto, sono così individuati:
 
  • credito di imposta per le accise sul gasolio per i veicoli aventi una classe di inquinamento euro 3 o superiore  (con esclusioni per quelle euro 2 ed inferiori);
  • obbligo dei documenti in cabina nei trasporti internazionali attestanti data di ingresso in Italia e la prova della regolarità del trasporto medesimo (lettera di vettura – d.d.t. – altro documento accompagnamento merci);
  • decontribuzione INPS, nella misura dell’80%, per gli autisti di trasporti internazionali, conducenti veicoli dotati di cronotachigrafi digitali e soggetti all’applicazione del Regolamento Europeo n. 561/2006 sui tempi di guida e di riposo;
  • concessione di contributi e sovvenzioni per l’attuazione di progetti migliorativi della catena intermodale e della decongestione della rete viaria inerenti i traffici marittimi (Mare bonus) e ferroviari (Treno bonus);
  • riordino delle deduzioni forfettarie afferenti le spese non documentate riconosciute agli autotrasportatori, divise ora in due categorie: trasporti svolti all’interno del Comune dove ha sede l’impresa; trasporti eseguiti esternamente ed oltre il territorio del Comune;
  • rifinanziamento, per una spesa di 10 milioni di euro, della sezione speciale dell’autotrasporto istituita nell’ambito del Fondo di garanzia delle piccole e medie imprese.
 
© Studio Legale Callipari - Riproduzione Riservata

Commenti
 
Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione, mediante cookie installati da terze parti autorizzate, rispettando la privacy dei tuoi dati personali e secondo le norme previste dalla legge. Continuando a navigare su questo sito, cliccando sui link al suo interno accetti il servizio e gli stessi cookie. - Privacy Policy