By: DOTT. IVAN MAIORANO
04/12/2017
0

5/5  Voti: 1

L’art. 182-septies l. fall. contiene la disciplina degli accordi e delle convenzioni conclusi tra il debitore e le banche o intermediari finanziari. Più precisamente, tale disposizione prevede che gli effetti di accordi funzionali al superamento della crisi d’impresa, se approvati da una maggioranza qualificata di banche e di intermediari finanziari, si estendano e siano obbligatori anche per le banche e gli intermediari non aderenti.
L’intervento del legislatore è rimasto confinato all’ambito dei creditori qualificati quali sono le banche e gli intermediari finanziari che, anche se non individuati con riferimenti normativi puntuali, sono agevolmente riconducibili agli istituti di credito iscritti nell’albo dell’art. 13 del d.lgs. n. 385 del 1993 (TUB) e agli intermediari finanziari di cui all’art. 106-107 del TUB (ai quali rinvia l’art. 18 del TUF) per i soggetti abilitati ai servizi di investimento (tra gli altri, le imprese di leasing, i consorzi fidi, le società di factoring, le realtà di credito al consumo, le società veicolo impiegate nelle cartolarizzazioni).
La novella, pertanto, ha introdotto da un lato, un nuovo istituto, quale è la convenzione di moratoria, volto a disciplinare in via provvisoria gli effetti della crisi, dall’altro lato, un nuovo accordo di ristrutturazione che integra e affianca quello ordinario di cui all’art. 182-bis l. fall.
Entrambi gli istituti trovano la loro giustificazione nella necessità di evitare che gli intermediari meno coinvolti possano incidere sulla portata dell’accordo complessivo pretendendo concessioni che creino una non gradita e talvolta inaccettabile disomogeneità di trattamento tra i creditori finanziari che versano in situazioni omogenee. È noto, infatti, che nella quotidianità ci si deve confrontare, oltre che con la riottosità di talune banche, anche con lo scarso interesse di altre, perché meno esposte o meno strutturate.
 
In allegato il documento dell'informativa n°125 del 2.12.2016 del Consiglio Nazionale dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili 

Allegati
Descrizione Download
405_Accordo di ristrutturazione con intermediari finanziari.pdf
Download

Commenti
 
Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione, mediante cookie installati da terze parti autorizzate, rispettando la privacy dei tuoi dati personali e secondo le norme previste dalla legge. Continuando a navigare su questo sito, cliccando sui link al suo interno accetti il servizio e gli stessi cookie. - Privacy Policy