By: AVV. ROBERTO SPOSATO
21/01/2018
0

0/5  Voti: 0

Con il Decreto del Ministero dell'Interno del 18 dicembre 2017, pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 12 del 16 gennaio 2018, che si allega, è stata disposta una importante novità in tema di notifica di verbali di accertamento di violazioni al Codice della Strada: ovverto la notifica a mezzo posta elettronica certificata.
In particolare, ai sensi del citato decreto, si dispone che, a seguito dell'accertamento di trasgressioni al C.d.S., la relativa infrazione, contenuta nel verbale, debba essere notificata al destinatario mediante pec; a tal proposito, l'art. 3 individua i soggetti nei confronti dei quali è possibile la notifica attraverso pec.
Ancora, il successivo art. 4 disciplina il contenuto del documento informatico da notificare, prevedendo espressamente che "1. Il messaggio di PEC inviato al destinatario del verbale di contestazione di cui all’art. 2 del presente decreto deve contenere nell’oggetto la dizione «di atto amministrativo relativo ad una sanzione amministrativa prevista dal codice della strada» ed in allegato:

a) una relazione di notificazione su documento informatico separato, sottoscritto con firma digitale, in cui devono essere riportate almeno le seguenti informazioni:
a1) la denominazione esatta e l’indirizzo dell’amministrazione e della sua articolazione periferica che ha provveduto alla spedizione dell’atto;
a2) l’indicazione del responsabile del procedimento di notificazione nonché, se diverso, di chi ha curato la redazione dell’atto notificato;
a3) l’indirizzo ed il telefono dell’ufficio presso il quale è possibile esercitare il diritto di accesso;
a4) l’indirizzo di posta elettronica certificata a cui gli atti o provvedimenti vengono notificati e l’indicazione dell’elenco da cui il predetto indirizzo è stato estratto ovvero le modalità con le quali è stato comunicato dal destinatario;
b) copia per immagine su supporto informatico di documento analogico del verbale di contestazione di cui all’art. 2 del presente decreto, se l’originale è formato su supporto analogico, con attestazione di conformità all’originale a norma dell’art. 22, comma 2, del CAD, sottoscritta con firma digitale, ovvero un duplicato o copia informatica di documento informatico del verbale di contestazione con attestazione di conformità all’originale a norma
dell’art. 23 -bis del CAD, sottoscritta con firma digitale; c) ogni altra comunicazione o informazione utile al destinatario per esercitare il proprio diritto alla difesa ovvero ogni altro diritto o interesse tutelato.

2. Ferme restando le disposizioni del comma 1, gli allegati o i documenti informatici che contengono degli allegati devono essere sottoscritti con firma digitale e trasmessi con formati aperti, standard e documentati".

Da ultimo, l'art. 5 indica, invece, i termini entro cui la notifica va effettuata.

In allegato il Decreto Ministero dell'Interno 18.12.2017

 

Allegati
Descrizione Download
669_decreto 18.12.2017 ministero interno.pdf
Download

Commenti
 
Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione, mediante cookie installati da terze parti autorizzate, rispettando la privacy dei tuoi dati personali e secondo le norme previste dalla legge. Continuando a navigare su questo sito, cliccando sui link al suo interno accetti il servizio e gli stessi cookie. - Privacy Policy