By: DOTT. IVAN MAIORANO
12/10/2018
0

5/5  Voti: 1

Secondo la Cassazione, in tema di società di persone, l’unicità dell’atto di accertamento in rettifica (art. 40 D.P.R. n. 600/73) e la conseguenzialità del riparto del reddito tra i soci (art. 5 del TUIR) determina un’ipotesi di litisconsorzio necessario originario da cui deriva la nullità del giudizio celebratosi senza la partecipazione di tutti i litisconsorti necessari, rilevabile anche d'ufficio in ogni stato e grado del procedimento. La necessità del “simultaneus processus” nei confronti dei soci non ricorre, invece, nel caso di un accertamento di maggior imponibile IVA, autonomamente operato, a carico della società di persone, mancando un meccanismo analogo a quello previsto dagli articoli 40 D.P.R. n. 600/73 e 5 D.P.R. n. 917/1986. 
 
Per il documento Giustizia e Sentenze n.81 del 22.12.2016 della rivista Fiscal Focus ed altri dettagli: www.fiscal-focus.it 

Commenti
 
Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione, mediante cookie installati da terze parti autorizzate, rispettando la privacy dei tuoi dati personali e secondo le norme previste dalla legge. Continuando a navigare su questo sito, cliccando sui link al suo interno accetti il servizio e gli stessi cookie. - Privacy Policy