By: AVV. MICHELA CHERUBIN
12/10/2018
0

3/5  Voti: 3

E’ di questi giorni la notizia che in alcune regioni italiane, in particolare in Sardegna e nel Lazio, si stia mettendo alla prova un nuovo sistema di rilevazione della velocità di circolazione, che già si è meritato l’appellativo di “super velox”.
Si chiama Telelaser Trucam, ed è definito “super” in quanto, oltre alla velocità di guida, comunemente rilevata da tutte le apparecchiature fisse e mobili, questo modello di nuova generazione è in grado di rilevare la velocità a grande distanza, ovvero fino a 1200 metri.
Inutile, quindi, frenare di botto per cercare di ingannare l’apparecchiatura, qualora la velocità dovesse eccedere i limiti consentiti dall’art. 142 del Codice della Strada.
Inoltre, il nuovo autovelox è in grado di rilevare altri tipi di violazioni, quali l’utilizzo del cellulare alla guida, comportamento sanzionato ai sensi dell’art. 173, comma secondo, del C.d.S., le manovre di sorpasso qualora vietate, ovvero nelle ipotesi di cui all’art. 148, comma 10, 11, 12, 13 e 14, e anche la guida senza utilizzo di cintura di sicurezza, comportamento sanzionato dall’art. 172 C.d.S.
Può rilevare velocità fino a 320 km/h, è in grado di operare anche di notte, e può essere montato su postazioni fisse o essere utilizzato come apparecchio mobile.
La nuova modalità di rilevazione della velocità, inoltre, a differenza degli autovelox tradizionali, consentirà la contestazione immediata delle infrazioni, grazie alla possibilità di riproduzione video di quanto registrato.
Il Telelaser Trucam, per ora oggetto di applicazione sperimentata, sarà presto in dotazione a numerosi Comandi di Polizia.

Commenti
 
Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione, mediante cookie installati da terze parti autorizzate, rispettando la privacy dei tuoi dati personali e secondo le norme previste dalla legge. Continuando a navigare su questo sito, cliccando sui link al suo interno accetti il servizio e gli stessi cookie. - Privacy Policy